mercoledì 17 marzo 2010

Per la prima volta in Italia il Congresso Internazionale sull’utilizzo della Fitodepurazione per il controllo dell’inquinamento delle acque

Il convegno rappresenta la prima vera occasione in Italia in cui vengono ospitati i maggiori studiosi di tutto il mondo nel campo della fitodepurazione; la sezione italiana del Gruppo Specialistico dedicato alla depurazione naturale dall’ International Water Association (la maggiore associazione internazionale nel campo del trattamento delle acque) ha infatti per la prima volta l’onore di organizzare la “Conferenza Internazionale sull’utilizzo di sistemi dei depurazione naturale per il controllo dell’inquinamento delle acque”, evento biennale giunto alla 12a edizione che raccoglierà circa 150 presentazioni orali scelte tra le più interessanti da parte di un nutrito gruppo di esperti provenienti da tutto il mondo.

La sezione italiana IWA sulla fitodepurazione è stata creata nel 1999, a fronte del crescente interesse dimostrato sia dal mondo tecnico-scientifico che amministrativo verso queste tecniche relativamente nuove nel panorama internazionale; ad oggi in Italia si possono contare diverse migliaia di applicazioni sia nel campo domestico e civile, sia in altri campi come ad esempio il post-trattamento di depuratori tecnologici, le attività turistiche, le industrie agroalimentari, il controllo dei nutrienti e dell’inquinamento diffuso, i percolati di discarica, le acque di pioggia, i fanghi di depurazione.

La segreteria scientifica ed organizzativa del convegno è costituita da Iridra Srl, ormai da anni azienda leader in Italia nel campo della progettazione di sistemi di fitodepurazione, assieme a PAN Srl, le Università di Padova, Venezia, Catania, Pisa, Ferrara, Firenze, Bari, gli enti di ricerca ENEA e CNR.

La conferenza, che ha avuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, si svolgerà a Venezia dal 4 al 9 Ottobre 2010, e per la precisione sulla bella Isola di San Servolo, una perfetta ambientazione per ospitate i più importanti specialisti delle zone umide naturali e costruite. Al momento l’iniziativa ha avuto un ottimo riscontro dato che sono in fase di esame circa 400 abstract di lavori scientifici pervenuti e altrettante sono le pre-iscrizioni. Per informazioni ed iscrizioni è possibile consultare il sito internet www.wetland2010.org o il sito dell’International Water Association www.iwahq.org

La locandina dell'evento

Nessun commento:

TAVOLO ARIA: INCENTIVI DI REGIONE LOMBARDIA NON GARANTISCONO RIDUZIONE INQUINAMENTO

Milano, 15 Ottobre 2019                                        Comunicato stampa TORNANO A SALIRE I LIVELLI DI POLVERI SOTTILI NELL’ARI...