venerdì 29 giugno 2012

Big Jump 2012: tornano in cattedra i fiumi di tutta europa

I fiumi italiani costituiscono un patrimonio importantissimo per il nostro Paese: paesaggi ed ecosistemi che contribuiscono a rendere unica l’Italia! Spesso, però, sono aggrediti da abusivismo, inquinamento, escavazioni in alveo, cementificazioni, consistenti captazioni delle acque per uso idroelettrico o irriguo.



Il Big Jump è un tuffo simbolico organizzato contemporaneamente in tutta Europa per dire a gran voce che vogliamo più attenzione per i fiumi e per la qualità delle loro acque.
La balneabilità dei fiumi, soprattutto nelle città, sembra oggi un'utopia, eppure solo 50 anni fa era normale per i cittadini cercare refrigerio dal caldo estivo nelle acque dei corsi d'acqua.

Gli eventi lombardi:
calendario completo
volantino evento Lambro e Olona
volantino evento Ticino

Tutti gli eventi italiani sul Sito Legambiente Piemonte
 

Dai un segnale forte
TUFFATI CON NOI!

giovedì 28 giugno 2012

"Ciar cumè l'acqua del Lamber" fa tappa a Festambiente Alpi

Domenica 15 luglio 2012, alle ore 10.00, in occasione di Festambiente Alpi, il località Bagni di Masino, proiezione del documentario prodotto da Legambiente "Ciar cumè l'acqua del Lamber" (Chiaro come l'acqua del Lambro) realizzato da Elena Maggioni, Hulda Federica Orrù e Carlotta Marrucci. Il lungometraggio, promosso nell'ambito del Contratto di Fiume Lambro Settentrionale, ha avuto il sostegno di:
  • Regione Lombardia - DG Ambiente, Energia e Reti;
  • Fondazione Cariplo;
  • Tasm;
  • CapHolding;
  • Brianzacque;
  • Amiacque.
Un viaggio di 130 km per raccontare la vita che scorre lungo il Lambro e scoprire dove e quando l'equilibrio fra l’uomo e questo fiume si è spezzato. Un viaggio attraverso i ricordi di chi vive lungo le sponde del fiume, nei quali è possibile trovare anche una speranza per il futuro.

lunedì 25 giugno 2012

Allocchi, lucciole e stelle....Notte bianca nel Parco del Roccolo

I circoli Legambiente di Parabiago e Nerviano, insieme alle GEV del parco del Roccolo, il Parco dei Mulini e l'Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago, la Lipu sezione di Parabiago e la collaborazione  dell'associazione astrofili Antares di Legnano, organizzano una manifestazione di ascolto e osservazione notturna di animali e astronomica nel parco del Roccolo.


giovedì 21 giugno 2012

Proiezione del documentario Ciar Cumè l'acqua del Lamber

Venerdì 29 giugno 2012 ore 20.45
presso Circolo della Libertà, viale Libertà 33 - Monza

Proiezione del documentario Ciar cumè l'acqua del Lamber

a cura del Circolo Legambiente A. Langer

martedì 19 giugno 2012

Goletta dei Laghi 2012

In partenza il nostro annuale tour che tocca i maggiori laghi italiani. La missione è difendere il prezioso e delicato ecosistema lacustre nazionale.
17 laghi italiani, 11 Regioni e circa 300 comuni coinvolti. Più di 100 campionamenti per analizzare lo stato delle acque dei bacini lacustri. Sono questi i numeri della Goletta dei Laghi, la nostra campagna itinerante che dal 2006 viaggia con l’obiettivo di difendere la ricchezza ambientale e sociale dei nostri laghi, per tutelare le specie vegetali e animali che vivono in questi ecosistemi, per informare, sensibilizzare e incentivare le buone pratiche di gestione delle coste e della biodiversità. Una campagna che vede la collaborazione di cittadini e amministrazioni per la  tutela di un patrimonio troppo spesso minacciato da inquinamento, illegalità, speculazioni edilizie, scarichi abusivi e tentativi di privatizzazione.
Tappa dopo tappa con un attento monitoraggio scientifico vogliamo evidenziare i pericoli di una cattiva gestione dei territori: la mancata o insufficiente depurazione e gli scarichi abusivi, di cui purtroppo si fa inevitabilmente complice il recepimento di una Direttiva europea (2006/7 CE) che ha reso più permissivi i criteri che determinano la balneabilità. Pensate che oggi si scaricano ancora in mare, nei laghi e nei fiumi il 30% delle acque di fogna senza depurarle, pari a ben 18 milioni di italiani!

Living Lakes Italia
E' la rete per la salvaguardia e la valorizzazione dei laghi italiani che fa parte del network internazionale Living Lakes coordinato da Gobal Nature Fund. Attualmente aderiscono al progetto 10 tra i maggiori laghi italiani e varie associazioni tra cui Legambiente. 
Living Lakes e Goletta dei Laghi viaggeranno insieme per promuovere iniziative ed eventi mirati a diffondere e valorizzare sempre di più la tutela del nostro patrimonio lacustre.
SOS Goletta
È arrivato anche per voi il momento di diventare protagonisti di questa avventura: segnalateci qualunque situazione possa mettere a rischio il delicato e prezioso ecosistema lacustre. Per lanciare il tuo SOS Goletta scrivi asosgoletta@legambiente.it o invia un sms o un mms al numero 3460074114.

Il tour della Goletta dei Laghi 2012:
Lombardia
27 giugno- 2 luglio: Lago d’Iseo
3-6 luglio: Lago di Como
Lombardia e Piemonte
7-13 luglio: Lago Maggiore

Lombardia, Veneto e Trentino Alto Adige
14-18 luglio:Lago di Garda

Toscana
19 luglio: Lago dell’Accesa

Umbria
20-21 luglio: Lago Trasimeno, Lago di Piediluco

Marche
22 luglio: Lago di Fiastra

Abruzzo
23 luglio: Lago di Scanno

Sicilia
24-25 luglio: Palermo (laghi regionali). Serra di Falco/Caltanissetta (Riserva naturale orientale lago Soprano)

Calabria
26-27 luglio: Lago di Cecita, Lago di Ariamacina, Lago Arvo, Lago Ampollino

Lazio
28-31 luglio: Lago di Albano, Lago di Bolsena, Lago di Bracciano
per informazioni scrivi a golettadeilaghi@legambiente.it o chiama il numero 0686268418 - 364

Main Partner


Partner 
  

Radio ufficiale


Media Partener 

Il PD si allea con il PDL e fa stralciare i 100mila mq di Vignate


Guido PodestàGiuliano Pisapia Erano presenti solo 32 dei 61 sindaci dei Comuni del Parco. E grazie a 23 di loro -la maggioranza di questi appartengono al PD- un’area di territorio pregiato del Parco sarà cementificato per consentire a Sogemar, azienda logistica, di estendere la sua attività nel Parco Agricolo, pur avendo la possibilità di utilizzare strutture logistiche a pochi km di distanza, nel comune di Segrate, dove vi è un mega interporto cronicamente sottoutilizzato. Altri 7 Comuni, tra cui Binasco, Noviglio e Rho (PD) hanno avuto la coscienza di votare No e altri 2 (Zibido San Giacomo e Vernate) si sono astenuti.

Le solite manfrine

La foglia di fico per coprire le loro vergogne è stato un documento elaborato dai sindaci del PD e condiviso da Guido Podestà (foto in alto a sinistra) presidente dell’Ente Parco e dai sindaci del centro destra, in cui si giura nuovamente (dopo averlo già fatto a gennaio per un analogo stralcio a Rosate) che non ci saranno “mai più ulteriori stralci parziali”, almeno fino a quando non sarà approvata la variante generale del Piano territoriale di coordimento del Parco (quello fin qui anticipato è tutto da brivido: delle 100 richieste che sappiamo essere pervenute all’Ente Parco la maggior parte sono di cancellazione di aree).
Tra i sindaci che si sono esposti maggiormente per perorare lo stralcio del 100mila mq vi sono stati, in prima fila Massimo D’Avolio (foto in basso a sinistra) sindaco di Rozzano, Claudio Mazzola di Paullo, Severino Carlo Previ di Locate, Luigi Acerbi di Lacchiarella, Daniele Del Ben di Rosate.
Incomprensibile e contraddittorio, ma ovviamente in linea con il PD, il comportamento di Natale Comotti (foto in basso a destra), delegato di Giuliano Pisapia (foto in alto a destra), sindaco di Milano: nell’Assemblea del Parco, alla prima variante di gennaio, di dimensioni minori, si era astenuto, sottolineando che quello di Rosate sarebbe stato un caso unico. Ma ieri, di fronte a un altro ben maggiore stralcio, ha votato a favore.
Come può Milano difendere i propri territori nel parco e votare a favore di stralci in altri comuni del Parco. La giunta Pisapia deve chiarire la sua politica del territorio ai propri cittadini e a quelli del Parco.
Non meno importante risulta la posizione delle associazioni degli agricoltori, che a livello di principio in documenti vari enunciano la loro opposizione alla devastazione del Parco. Ma poi, sono totalmente assenti nella fase decisiva. Eppure, questo parco è nato proprio per salvaguardare l'agricoltura.
Va sottolineato, come detto, che un numero non esiguo di sindaci ha avuto il coraggio di votare contro lo stralcio: i 7 comuni che hanno manifestato coraggiosamente il dissenso alla politica di distruzione del territorio del PD sono amministrati da giunte di liste civiche e da SEL, ma anche da sindaci con la tessera del PD.

Dalla foglia di fico alla ciliegina
MassimoNatale

“Si può pensare il futuro del territorio partendo anche dalle aree verdi e della qualità ambientale? Nel milanese, soprattutto, le aree libere e i campi sono stati concepiti come aree di espansione sempre possibile dell’urbanizzato, cioè come aree libere provvisoriamente, in attesa di essere costruite o asfaltate. E’ stata la cultura vincente fino ad oggi. Una strada non più percorribile, e non tanto perché siamo arrivati al limite, ma anche perché stanno crescendo una cultura diffusa diversa e un senso comune più consapevole”. Questo si chiede il consigliere provinciale del PD Calaminici, sabato 16 giugno, al convegno dal titolo “I parchi ai cittadini”.
Sono parole chiare che, insieme alle dichiarazioni nette dei sindaci che hanno votato contro lo stralcio di Vignate, indicano uno strappo evidente nel centro sinistra tra chi è determinato a portare avanti una visione lungimirante di tutela del territorio e chi, seguendo una logica di sviluppo ad ogni costo, sacrifica il territorio a favore di interessi privati.
La nostra associazione e le altre realtà che hanno presidiato la Provincia non assisteranno inerti a questo scontro, che non interessa solo uno schieramento politico, ma tutta la cittadinanza: Milano e la sua provincia sono tra le aree più inquinate di tutta Europa e il Parco Sud, con la sua campagna agricola contribuisce a mitigare questo inquinamento.

Fonte: sito dell'associazione Parco Sud - www.assparcosud.org

lunedì 4 giugno 2012