mercoledì 21 luglio 2010

Inquinamento nel Gambara: pesci morti e acque sporche


Il corso d'acqua mostra preoccupanti segnali di inquinamento. I comuni raccomandano di non usare l'acqua per irrigare e di non pescare. Si attendono ulteriori rilievi dell'Arpa


Gambara, 20 luglio 2010 - La fonte dell'inquinamento del fiume Gambara, secondo la polizia provinciale avrebbe origine nell'omonimo comune della provincia di Brescia. Le cause più probabili per ora sono uno sversamento abusivo di sostanze chimiche, ma c’e’ chi ipotizza anche che nel Gambara siano arrivati liquami da qualche allevamento di suini. Nel fiume, che scorre fra le province di Brescia e Cremona, stamattina erano centinaia i pesci che galleggiavano senza vita e il colore delle acque risultava visibilmente alterato.

Segnali preoccupanti che hanno spinto i comuni della zona a sconsigliare l'utilizzo delle acque del fiume per l'irrigazione dei campi unitamente alla raccomandazione di non pescare. A seconda delle informazioni che arriveranno nelle prossime ore dai rilievi dell'Arpa e delle provincia le Amministrazioni locali delle località interessate potrebbero emanare apposite ordinanze.

Fonte: Il Giorno di Brescia

Nessun commento:

TAVOLO ARIA: INCENTIVI DI REGIONE LOMBARDIA NON GARANTISCONO RIDUZIONE INQUINAMENTO

Milano, 15 Ottobre 2019                                        Comunicato stampa TORNANO A SALIRE I LIVELLI DI POLVERI SOTTILI NELL’ARI...