mercoledì 8 marzo 2017

Progettazione e gestione agro-ambientale pubblica e privata

CORSO PER TECNICI COMUNALI E PROFESSIONISTI

Progettazione e gestione agro-ambientale pubblica e privata:
lezioni per la definizione di linee guida locali


· Destinatari: tecnici pubblici e privati, professionisti, agricoltori

· Durata: 14 ore (2 incontri di 4 ore, giovedì, dalle 9.15 alle 13.30 + 1 incontro di 6 ore dalle 9.15 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 16.30) + visita guidata facoltativa, agli interventi del Progetto Olona entra in città a cura di ERSAF

· Date: 20 aprile, 4 e 11 maggio 2017 + 12 maggio alle ore 10.00 per visita guidata facoltativa

· Sede: CentRho in p.za S.Vittore a Rho


- Crediti: Geometri e geometri laureati: il Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Milano riconosce 14 CFP ai geometri iscritti all’Albo provinciale di appartenenza.

· Posti disponibili: 50

· Costi: gratuito per tecnici comunali, 40 € per professionisti (contributo da versare a Legambiente Lombardia Onlus, previa verifica disponibilità dei posti).

· Materiale didattico: Le presentazioni proiettate e la bibliografia verranno caricate su dropbox e il link reso disponibili a tutti i corsisti.

· Momenti di pausa: Fra la prima e la seconda presentazione ci sarà una pausa di 15 minuti e saranno a disposizione thè, caffè e biscotti

· Sito di riferimento: http://lombardia.legambiente.it



PER ISCRIZIONI E INFORMAZIONI:
arianna.bazzocchi@legambientelombardia.it  - tel 02 87386480
referente Arianna Bazzocchi/Lorenzo Baio
Termine iscrizioni: 12 APRILE 2016



CONTENUTI

I giorno – 20 aprile 2017 – Biodiversità, risorsa per un territorio
Saluti istituzionali (Assessore all’ecologia del Comune di Rho Gianluigi Forloni)
Presentazione del progetto, dei relatori e dei partecipanti, 30 min (Lorenzo Baio)

Negli ultimi decenni, il tasso di diminuzione e persino di scomparsa di talune specie, ecosistemi e geni (biodiversità) è aumentato in tutto il mondo a causa della pressione esercitata dalle attività umane. La perdita di biodiversità si traduce anche in un danno di natura economica, sia per l’agricoltura che per la comunità umana. Bisogna ricostruire un patto fra campagna, città e natura, capace di promuovere da una parte la conservazione degli habitat e biodiversità e dall’altra la qualità dell’agricoltura.

L'importanza di proteggere la varietà del nostro ecosistema, 2 h (Fabrizio Stefani)
Monitorare la biodiversità nei progetti di riqualificazione ambientale, 1 ½ h (Martina Spada)

II giorno – 4 maggio 2017 – Zone umide nell’agroecosistema
Le zone umide costituiscono una categoria importante di ecosistemi caratterizzati da fauna e vegetazione particolari, capaci di incrementare significativamente la biodiversità locale. La loro riqualificazione o progettazione ex novo è un intervento significativo per il riassetto ecosistemico. Ma può generare altri vantaggi nella gestione delle piene o nella rimozione di inquinanti.

Zone umide e biodiversità: progettazione, realizzazione e gestione nel tempo - 2h (Barbara Raimondi)
Ecosistemi-filtro palustri per la depurazione delle acque: progettazione, realizzazione e gestione nel tempo - 2h (Giulio Conte)

III giorno – 11 maggio 2017 (mattina) – Agricoltura e sostenibilità ambientale
Politiche Agricole Europee: un'opportunità per il territorio. Riferimenti normativi, opportunità e incentivazioni 2 h (Alberto Massa Saluzzo)
Agricoltura come motore per ricostruire l’agro-ecosistema. L’esperienza dei Distretti agricoli - 2 h (Marco Pezzetta)
Gestione idraulico-ambientale del reticolo idrografico minore e minuto: misure per la ritenzione naturale delle acque (Natural Water Retention Measures - NWRM) – 2h (Giancarlo Gusmaroli)

Nessun commento: