giovedì 25 settembre 2014

Puliamo il Mondo 2014, si comincia dalla pulizia delle scuole

Milano, 25 settembre 2014                                                                             Comunicato stampa


Al via la tre giorni della più grande iniziativa di volontariato targata Legambiente

Da domani in Lombardia 40mila studenti impegnati nelle grandi pulizie d’inizio autunno

A Milano appuntamento per la stampa venerdì 26 settembre, alle ore 9.45, nel Parco delle Memorie Industriali (inizio di via Bazzi), insieme all'istituto “Tohaur Gonzaga”


Oltre 6000 alunni solo a Milano e 40mila in tutta la Lombardia: si apre con questi numeri la XXII edizione di Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata da Legambiente. Quest’anno l’appuntamento con Puliamo il mondo sarà per il 26, 27 e 28 settembre: tre giorni duranti i quali migliaia di volontari, tra cittadini, scuole e amministrazioni, saranno impegnati nel ripulire le aree degradate del Paese e fare un gesto concreto a favore dell’ambiente. Saranno i ragazzi delle scuole lombarde a dare il via, venerdì, alla storica campagna di pulizia. E anche quest'anno si conferma una massiccia partecipazione dei più piccoli, che si rimboccheranno le maniche per ripulire i giardini e le strade nei pressi delle loro scuole.

A Milano l'appuntamento più significativo sarà al parco “Memorie Industriali”, dove gli alunni della scuola elementare dell'istituto “Tohuar Gonzaga” puliranno l’area verde che costeggia la Roggia Vettabbia. Oltre alla pulizia dell'area, l'iniziativa servirà anche a tenere accesi i riflettori sul grave caso dell’ex industria galvanica Arturo Lorenzi srl, di recente salita alla cronaca per il grave inquinamento da cromo esavalente nei terreni e nella falda acquifera. I ragazzi della scuola insieme ai volontari del circolo Legambiente “Zanna Bianca” raggiungeranno infatti l’area industriale dismessa, che sorge a ridosso di un complesso scolastico, dove incontreranno gli amministratori cittadini per chiedere loro un impegno affinchè si provveda subito alla rimozione delle fonti inquinanti e alla bonifica dei terreni, fermando la contaminazione delle acque sotterranee.

“I suoli inquinati a Milano sono purtroppo un problema reale e diffuso – dichiara Lorenzo Baio, responsabile acqua Legambiente Lombardia - ma non si può abbassare la guardia, e non si può tollerare che da uno stabilimento abbandonato si disperdano grandi quantità di cromo esavalente e altri veleni direttamente nella falda. Seppur non direttamente coinvolti i pozzi dell’acquedotto milanese, queste sostanze rischiano di contaminare l'acqua degli acquedotti a valle e quella che viene impiegata per irrigare i campi agricoli a sud di Milano. Le responsabilità dei privati vanno ovunque perseguite, ma di fronte a situazioni così critiche la bonifica deve essere urgente ed efficace”.

Puliamo il Mondo partirà venerdì in contemporanea in molte altre scuole del capoluogo, dove i ragazzi, armati di scope e guanti, si metteranno al lavoro, aiutati da genitori e insegnanti. Ad esempio nella scuola “Casati” di via San Colombano si puliranno i giardini e il quartiere lungo il naviglio su iniziativa del Consiglio di Zona dei ragazzi e delle ragazze di Zona 6. Durante la mattinata si uniranno anche gli alunni delle scuole “Cardarelli” e “Rinascita” per dare una mano nei lavori. Cinque classi della scuola primaria dell’I.C. “Quasimodo” di via della Giustizia si dedicheranno alla pulizia lungo la Martesana e nel parco. Pulizie di autunno anche nell’Istituto Comprensivo “Perasso”, nella scuola media statale “Maffucci-Pavoni” e nella “Sorelle Agazzi” di piazza Gasparri.

“Gli studenti delle scuole lombarde ogni anno contribuiscono attivamente alla pulizia dei nostri paesi e città in tutta la Lombardia – dichiara Luca Petitto, responsabile scuole di Legambiente Lombardia -  I numeri della partecipazione delle nuove generazioni si confermano altissimi e ci offrono una quadro incoraggiante e di speranza per il futuro del nostro paese. A una crisi economica che è anche sociale che non sembra voler finire, la scuola risponde con entusiasmo, creatività e protagonismo. E ci offre anche uno strumento possibile per rendere migliore e più bello il nostro paese: una responsabilità condivisa del nostro territorio”.

Le scuole saranno impegnate anche nel resto della Lombardia. A Cantù, in provincia di Como, le scuole “Munari”, “Andina” e “Bachelet” saranno impegnate a pulire le aree verdi e i giardini vicini agli edifici scolastici. In provincia di Mantova, Puliamo il Mondo si svolgerà anche a Roncoferraro, insieme alle scuole primarie di Governolo, Barbasso e Roncoferraro e al circolo di Legambiente di Moglia. A Varese, il circolo di Legambiente, insieme ai Comuni di Azzate, Bodio Lomnago, Cazzago Brabbia, Crosio Della Valle, Daverio, Galliate Lombardo e Inarzo, e in collaborazione con le scuole, ripuliranno la pista ciclopedonale che circonda il lago. Sempre venerdì 26 settembre il circolo di Legambiente di Malnate, in provincia di Varese, accompagnerà sei classi prime della scuola secondaria di primo grado nella pulizia dell’area verde e del parcheggio della scuola, della pista ciclabile e dell’area boschiva del Plis “Valle del Lanza”. In provincia di Lecco, a Malgrate, le scuole elementari e medie puliranno le aree intorno alla scuola e un pezzo del lungo lago. A Vigevano, in provincia di Pavia, i ragazzi della scuola “Vidari” puliranno il Parco Parri e verranno poi raggiunti dai ragazzi del Fad (Formazione autonomia disabili) che in contemporanea ripuliranno anche il Parco “Ai Carristi”. A Lodi, i volontati di Legambiente insieme alle classi della scuola primaria “S.F. Cabrini” puliranno l’Isola Carolina, mentre gli alunni della scuola “Cazzulani” si daranno da fare per sistemare il parchetto di via Fascetti. Pulizie anche a Codogno (LO) con il circolo di San Colombano al Lambro. Altri appuntamenti in provincia di Milano anche a Melegnano e Pessano con Bornago.

Tutti gli appuntamenti che si svolgeranno venerdì 26 con le scuole sono consultabili sul sito: www.puliamoilmondo.it. A Milano Puliamo il Mondo si avvarrà del contributo e del supporto logistico di AMSA.

L’Ufficio stampa Legambiente Lombardia 02 87386480

Nessun commento: