mercoledì 10 dicembre 2014

Progetto Olona entra in città: contributo al Comune



Il finanziamento di Fondazione Cariplo servirà per realizzare alcune azioni  tra Rho e Pregnana

Rho, 9 dicembre 2014

Il Comune di Rho ha ricevuto la comunicazione ufficiale di Fondazione Cariplo sulla concessione di un contributo di euro 460.000,00 per il progetto "L’Olona entra in città: ricostruzione del corridoio ecologico fluviale nel tessuto metropolitano denso - Realizzazione" promosso dal Comune di Rho, Comune di Pregnana M.se e Legambiente Lombardia.

Dopo il finanziamento per lo studio di fattibilità, si passa adesso alla fase di realizzazione di alcune azioni, che scaturiscono dai risultati delle indagini svolte.

Il progetto ha un costo di circa un milione di euro, di cui 66mila a carico del Comune di Rho, 69mila a carico del Comune di Pregnana M.ne e 370mila fondo di compensazione Expo 2015 oltre al finanziamento concesso da Fondazione Cariplo di euro 460.000.

Le aree di intervento del progetto sono localizzate all’interno del Parco Locale del Basso Olona nei territori comunali di Rho e Pregnana Milanese e lungo i varchi e i potenziali corridoi ecologici, che lo connettono con il Parco Agricolo Sud.



In un discorso generale di presidio territoriale, riqualificazione fluviale e ricucitura della “rete” ecologica, appare fondamentale il ruolo del Parco Locale del Basso Olona. Questa realtà, che però ancora fatica ad affermarsi, tutela gli spazi aperti e la naturalità dei luoghi, pur non riuscendo ancora ad ottenere un’azione di intervento decisiva sul territorio stesso che presenta frammentazioni importanti, degrado e una pronunciata banalizzazione. Il presente progetto ha dunque l’obiettivo di connettere, deframmentare e potenziare gli elementi principali di questa parte della Rete Ecologica Regionale, al fine di migliorare e conservare la biodiversità e la naturalità dei luoghi. Obiettivo di lungo periodo rimane quello di restituire spazi al fiume e ai corsi d'acqua del rhodense, per dimostrare che è possibile riportare vita e natura lungo l'Olona e, allo stesso tempo, migliorare la sicurezza del territorio perpetuando il millenario e delicato equilibrio tra le comunità e il suo fiume.

Saranno monitorate le specie animali che sono state identificate come target in seguito ai rilievi realizzati nel corso dello studio di fattibilità: tasso, faina, anfibi, picidi e odonati. Sono previste inoltre azioni di formazione e divulgazione per responsabilizzare amministratori e cittadini sull’importanza della rete ecologica e la conservazione della biodiversità, ma anche percorsi partecipativi atti a dare una identità al Parco del Basso Olona.

Vogliamo puntare” dichiara Lorenzo Baio di Legambiente Lombardia, “ a rigenerare questo territorio su cui pesano importanti infrastrutture. Il percorso è lungo e difficile, non ce lo nascondiamo, ma passo a passo vogliamo mostrare concretamente che è possibile un utilizzo del suolo multifunzionale e di qualità, che tenga da conto anche la biodiversità animale e vegetale come elementi fondamentali e rappresentativi dello stato di salute del territorio stesso”.

Il progetto ha come finalità le seguenti strategie:
      Miglioramento dei presidi naturali (boschi, elementi lineari, aree umide) dell’area.
      Potenziamento delle aree di presidio della biodiversità.
      Realizzazione e potenziamento di corridoi e varchi ecologici tra aree.
      Miglioramento della fruizione leggera e a basso impatto del Parco del Basso Olona per aumentarne il presidio della cittadinanza.

L’Assessore all’Ecologia, ambiente e mobilità del Comune di Rho, Gianluigi Forloni, dichiara:

“Con la concessione del contributo di Fondazione Cariplo possiamo procedere alla realizzazione del progetto L’Olona entra in città dopo lo studio di fattibilità. La riconferma del finanziamento anche per questa fase dimostra l’importanza delle scelte, che stiamo facendo riguardo la fondamentale valorizzazione del fiume Olona e dell’ambiente che lo circonda. Altri aspetti da sottolineare sono le azioni di formazione e divulgazione per promuovere e sensibilizzare amministratori e cittadini. Contiamo sui percorsi partecipativi per definire insieme una identità al Parco del Basso Olona.”

Il vice sindaco del Comune di Pregnana M.ne Angelo Bosani aggiunge:

 “Tengo a sottolineare tre aspetti nel processo di realizzazione del progetto.
  1. La coerenza politico – amministrativa: il Comune di Pregnana è attraversato da tre corridoi ecologici e ha partecipato e ottenuto fondi per tutti e tre, se vogliamo raggiungere gli obiettivi dati dobbiamo essere perseveranti.
  2. La cooperazione tra Comuni su base volontaria che ha portato allo sviluppo di attività condivise e partecipate, se vogliamo raggiungere gli obiettivi dati dobbiamo agire con unità di intenti e in questo senso il Comune di Rho è il naturale capofila.
  3. La concretezza del progetto: passiamo dallo studio di fattibilità all’attuazione delle opere in pochi mesi. Spesso questo tipo di progetti rimane “accademia” mentre in questo caso le risorse (importanti) sono state reperite e verranno spese realizzando quanto previsto.”


Informazioni
Referenti di progetto
Comune di Rho
Angelo Lombardi, Ufficio Tutela Ambientale
ecologia@comune.rho.mi.it  ecologia.tutelaambientale@comune.rho.mi.it
tel. 02 93332259/333
Legambiente Lorenzo Baio
tel. 02.87386480 fax 02.873864487


Nessun commento: