sabato 23 settembre 2017

Puliamo il Mondo… a partire dal Lambro L'ecologia del fiume rigenera la periferia della città

MILANO, 23 SETTEMBRE 2017                                   COMUNICATO STAMPA



Il progetto ReLambro protagonista della XXV edizione della campagna di Legambiente


Da ormai 25 anni, l’evento Puliamo il Mondo organizzato da Legambiente rappresenta un appuntamento di grande rilievo civile e sociale, un’importante opportunità per rafforzare, soprattutto nei giovani, la cultura dell'ambiente come valore etico da promuovere e condividere.
In occasione del suo venticinquesimo anniversario, Puliamo il Mondo ha rivolto la propria attenzione verso progetti rilevanti e con forte ricaduta sui cittadini. Per questo a Milano, durante i tre giorni della campagna nazionale, si è deciso di dedicare un’attività specifica di pulizia all’area degli orti di via Rizzoli a Milano, uno degli ambiti prioritari su cui si sviluppa il progetto ReLambro, scelta che testimonia ancora una volta la grande attenzione verso la riqualificazione e la tutela del Lambro. Puliamo il Mondo, infatti, rappresenta per il progetto di Rete Ecologica Lambro un modello virtuoso di modalità di azione, in cui le comunità lavorano insieme per prendersi cura del proprio territorio, operando con una regia comune verso il miglioramento complessivo dell’ambito attraversato dal fiume.

«Puliamo il Mondo non è solo un momento di collaborazione finalizzata alla rimozione dei rifiuti abbandonati e alla diffusione di comportamenti rispettosi dell’ambiente, ma è anche la promozione di una positiva convivenza tra le persone che abitano lo stesso territorio, che prosegue oltre la giornata di pulizia – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia Milano da tempo ha avviato un percorso virtuoso di cambiamento, volto a farne una città sempre più attenta al verde, con interventi di riqualificazione di aree degradate. Ogni, però, cittadino può fare la differenza tutti i giorni attraverso la corretta gestione e raccolta dei rifiuti e facendosi portavoce in prima persona di un messaggio di civiltà contrastandone l’abbandono».

L’iniziativa, che si è svolta sabato 23 settembre in Via Rizzoli 70, s’inserisce nel percorso intrapreso dal progetto RE Lambro di riconnessione del fiume Lambro alla realtà urbana, e ha come obiettivo la riqualificazione e restituzione ai cittadini di una significativa area lungo il fiume Lambro, interessata fino ad ora da fenomeni di degrado e di abusivismo. L’area è stata ripulita da decine di quintali di rifiuti di ogni genere e provenienza grazie al supporto del Municipio 3 e all’impegno dei cittadini di via Rizzoli/Civitavecchia, con la partecipazione dei volontari di Legambiente, ERSAF, Politecnico di Milano, Comitato inquilini di Via Rizzoli, Associazione Vivilambrate, Associazione ex allievi dell’Istituto Molinari, Associazione GREEM, le Guardie Ecologiche Volontarie del Parco Media Valle Lambro e il sostegno tecnico del Comune di Milano, di AMSA ed Ecotyre. Grande rappresentanza hanno avuto anche gli ospiti della Croce Rossa Italiana-Comitato di Milano, City Angels e Missione Possibile che, con impegno e dedizione, hanno aiutato la città.

«Oggi abbiamo lavorato tutti insieme, istituzioni, associazioni e cittadini, per compiere un ulteriore passo verso un ambito fluviale migliore: da sempre  in ERSAF crediamo che operare concretamente e insieme sia il modo migliore per raggiungere i traguardi – dichiara Elisabetta Parravicini, Presidente ERSAF e portavoce del partenariato di progettoAbbiamo trovato in Legambiente e negli altri partner del progetto RE Lambro, scelto per questa iniziativa-simbolo, i compagni ideali per questo cammino che mette al centro la valorizzazione ambientale delle periferie e che punta non solo a raccontare l’ambiente, ma a viverlo in modo da farlo diventare familiare e quotidiano. Un ringraziamento caloroso, pertanto, a tutti i partecipanti a questa iniziativa che è stata anche un’occasione forte per rafforzare, soprattutto nei giovani, la cultura dell'ambiente come valore etico da promuovere e condividere concretamente».

Il progetto strategico ReLambro è al centro della rigenerazione del Parco Lambro e delle aree rivierasche tra via Rizzoli e via Feltre. Gli interventi, in fase di progettazione, prevedono la restituzione alla naturalità di ampie aree golenali, il rafforzamento del sistema di siepi e filari e dei canali, la riorganizzazione delle funzioni pubbliche e fruitive in zone oggi a rischio esondazione.

«Il progetto RE Lambro, inserito nel Piano Periferie del Comune di Milano – dichiara Antonella Bruzzese, vicepresidente e Assessore a Urbanistica e Ambiente del Municipio 3è un’occasione importante per praticare forme di rigenerazione urbana realmente integrate, capaci di tenere insieme più piani di intervento: dalla tutela dell’ambiente al coinvolgimento dei cittadini, dalla messa in sicurezza di orti al recupero di nuove aree verdi».

Il progetto è reso possibile grazie a un finanziamento di Fondazione Cariplo e alla collaborazione tra ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), Comune di Milano, Parco Locale di Interesse Sovracomunale della Media Valle Lambro, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU) del Politecnico di Milano e Legambiente Lombardia.

Per informazioni: www.contrattidifiume.it
Cartella Google drive per materiale fotografico (https://photos.app.goo.gl/8ZmUc4YqKVRS3ath2)

Ufficio stampa Legambiente Lombardia
Silvia Valenti
Cell. 3498172191
Tel. 02 87386480

Nessun commento: